ANAMNESI ALIMENTARE E METABOLISMO

Le carenze o gli eccessi nutrizionali aumentano il rischio di malattia e portano all'invecchiamento precoce dei tessuti e al malfunzionamento degli organi...

continua a leggere

ANALISI IMPEDENZIOMETRICA E ANTROPOMETRICA

Per valutare il grasso corporeo, la muscolarità, la distribuzione adiposa sui distretti quali addome, fianchi...ma anche per stimare lo stato d'idratazione...

continua a leggere

DIETOTERAPIA


Per i seguenti disturbi: celiachia, cellulite, colon irritabile, anemia, diabete, osteoporosi, ipercolesterolemia, ipertensione arteriosa...

continua a leggere

TERAPIA COGNITIVO COMPORTAMENTALE TRANSDIAGNOSTICA

Si insegnano al paziente le strategie per modificare il proprio stile di vita, in particolare gli si insegna il modo di alimentarsi, di svolgere attività fisica, e a diventare...

continua a leggere

DENSITOMETRIA OSSEA - OSTEOPOROSI

L'osteoporosi è una malattia caratterizzata da una compromissione nella resistenza delle ossa, che predispone a un aumento del rischio di fratture...

continua a leggere
CHI E' IL BIOLOGO NUTRIZIONISTA
Il Biologo è l'unico professionista a favore del quale esiste una precisa norma giuridica di rango legislativo, che riconosce la sua competenza a valutare i bisogni nutritivi e a prescrivere le conseguenti diete. L'art. 3 della legge 24.5.1967, n. 396 afferma testualmente che formano oggetto della professione di biologo le attività di "valutazione dei bisogni nutritivi ed energetici dell'uomo". L'art. 3 della Legge 396/67 e il Decreto Ministeriale 22 luglio 1993, n. 362 consente al biologo di elaborare diete ottimali. Tali diete possono essere rivolte a tutta l'utenza sia in condizioni fisiologiche che patologiche già accertate.
Il Biologo può lavorare in totale autonomia senza la presenza del medico.